Ed è solo l’inizio

Article also available in English and in French 

 

Questa prima settimana all’Associazione Formativa per Sarti di Parigi si è completata dopo cinque giorni di duro lavoro.

Non è si tratta del tipo di scuola alla quali tutti siamo abituati, non si comincia con dei corsi teorici, con dei libri o con delle spiegazioni. Appena arrivati, abbiamo avuto una prima mezz’ora di presentazione con i professionisti e poi subito a lavoro: i sarti presenti nell’atelier ci hanno dato un pezzo di tessuto quadrato e ci hanno mostrato il primo punto da eseguire e ci hanno detto di cucire tutto il contorno del tessuto. I primi due giorni, quindi, sono stati dedicati all’apprendimento dei principali punti di cucito fondamentali per realizzare un abito, e per due giorni non ho fatto altro che realizzare dei “tapis de points” (tappeto di punti) come quello della foto.

IMG_1601.jpg

Tapis de points

Contando dall’esterno verso l’interno del tapis de points, possiamo contare 6 tipi di punti diversi di seguito elencati:

  • Punto 1: Il sopraffilo, punto che permette di assicurare la finitura dei bordi per i tessuti più delicati che tendono a sfilacciarsi con l’utilizzo. Si tratta di un punto realizzato in diagonale che richiede grande regolarità e lavoro, poiché è maggiormente utilizzato per finire i bordi di capi di alta qualità.
  • Punto 2: Il gancio o marca, serve a riprodurre i contorni di una sagoma modello sul tessuto con un doppio spessore, in modo da avere il lato sinistro e il lato destro completamente identici.
  • Punto 3: Il punto d’imbastitura è il fondamento di ogni operazione del sarto, serve a tenere unite due spessori (tessuto, fodera, rinforzi…) prima di un passaggio alla macchina da cucire o prima di realizzare un punto più difficile (l’impuntura per esempio).
  • Punto 4: L’impuntura è un punto particolare in quanto può essere utilizzato per strutturare, rafforzare e, infine, decorare. È un punto che può essere eseguito in maniera che appaia appena (come nella foto) o in modo che possa essere ben visibile (soprattutto quando si vuole ottenere un effetto contrasto).

    capture-decran-2016-09-21-a-22-01-00

    Esempio d’impuntura sulla pattina.

  • Punto 5: Incrociato è utilizzato soprattutto per fissare i bordi. Ha, allo stesso tempo, scopo funzionale e decorativo in operazioni come le pieghe.
  • Punti 6 e 7: A spiga. Il punto a spiga permette di cucire la tela che serve a dare consistenza e forma all’abito. Il punto più largo è realizzato per sostenere la tela che permette di sostenere l’abito nella zona del petto; quello più stretto, invece, permette di dare la forma al revers del collo e di ottenere la sua forma arrotondata.

La seconda settimana è appena cominciata e abbiamo iniziato a realizzare delle tasche laterali con la patta, nel prossimo articolo vi spiegherò cosa osservare per capire se una tasca è effettivamente ben fatta o meno.

Bespoking you soon,

Giuseppe

2 thoughts on “Ed è solo l’inizio

  1. Pingback: C’est que le début ! – Giu's Bespoke Journal

  2. Pingback: It’s just the beginning – Giu's Bespoke Journal

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s