Una grande speranza

Più di una volta mia nonna mi ha raccontato di quando suo padre decideva di farsi un abito nuovo. Mi raccontava che la sua famiglia era di modestissime origini e che suo padre poteva permettersi di farsi un solo abito nuovo all’anno. Con un sorriso malinconico spiegava che in casa ci si comportava come si dovesse organizzare una festa: si facevano grandi pulizie, si preparava il miglior caffè e si compravano dei dolci. Il tutto destinato ad accogliere una persona speciale, un “artista”: il sarto.

Si, il sarto, colui che, solo, è capace di creare il vero abito su misura completamente realizzato a mano con passione e cura per i dettagli. Colui che è capace di trasformare un drappo di tessuto in quella che mi piace definire un’opera d’arte, un capolavoro da indossare, che per quanto possa essere copiato resterà unico.

Purtroppo questa figura diventa sempre più rara ai giorni nostri. L’industrializzazione, la globalizzazione e il consumismo hanno fatto in modo che qualsiasi cosa possa essere prodotta e venduta a un prezzo più basso, diminuendo i tempi di fabbricazione, preferendo la catena di montaggio e selezionando i materiali più economici, sacrificando ovviamente la qualità.

Diventare sarto non è stata una scelta che sognavo sin da bambino, a dire la verità fino a due anni fa non questo mestiere non era nemmeno tra i primi dieci della mia lista, ma è stata una scelta condizionata da un’insana passione per il savoir faire tradizionale che permette di creare dei veri capolavori da indossare.

Seguitemi in questo viaggio straordinario e scoprite insieme a me quello che significa creare un abito.

IMG_7168.jpg

Questo “diario” ha come speranza ultima di trasmettervi le informazioni e la sensibilità necessaria a comprendere perché un abito sartoriale non è solo un abito.

Bespoking you soon,

Giuseppe

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s